ANDREA ANNECCCHINI "Vita"

24.02.2020

Andrea Annecchini, cantautore abruzzese figlio d'arte, trascorre un lunghissimo periodo tra i locali italiani, rivisitando le hit internazionali e creandosi un nutrito gruppo di followers.

Dopo aver scritto numerosi brani, tenuti a maturare fino al giorno in cui sarebbero stati pronti e lo sarebbe stato anche lui, decide finalmente di uscire con prodotti suoi sul mercato nazionale. Vince con 'Anime a metà' il Sanremo Music Awards tenutosi all'Hilton di Venezia, guadagnandosi un tour della 'Via della seta', che comprende 25 date nelle capitali europee con finale in estate a Pechino.

'Vita', il singolo che uscirà in questi giorni, è stato arrangiato da Giancarlo Prandelli, autore di fama internazionale e sarà edito da GNERECORDS per Edizioni Musicaviva di Brescia.

Il testo, che nasce da un'esperienza dolente, tratta di un 'angelo' da anni vicino all'artista, al quale è dedicato il brano. Il titolo originale doveva infatti essere 'Angelo', tramutato poi in 'Vita' poiché è un vero e proprio inno alla vita.

Il brano farà parte di un album fuori in primavera, contenente 9 tracce inedite che daranno al pubblico una nuova visione della musica italiana, non compromessa da manipolazioni televisive o mediatiche.

Il lavoro sarà una raccolta degli ultimi intensi anni della vita dell'autore, densi di viaggi ed esperienze, durante i quali ha visitato posti del Mondo devastati e conosciuto tante persone ricche a livello umano. Una vera e propria raccolta di emozioni, con brani che lo rispecchiano molto.

Questo importante bagaglio gli ha dato la spinta per avere più cura nello scrivere contenuti poiché, a suo avviso, "un cantautore è obbligato a vivere certe esperienze, per poterle poi trasformare in musica".

'Vita' rimane comunque il brano al quale Andrea è più legato, poiché rispecchia il suo stato d'animo attuale e più di altri ha saputo tirare fuori un'emozione e trasformarla in musica.

Riporto le parole dette durante la sua intervista nella settimana del Festival di Sanremo, poiché ritengo che ogni lettore possa trarne grande beneficio:

"Ho visto tanto degrado a livello sociale, nel Mondo ma anche nella nostra Italia, una piaga per le nazioni che vogliono crescere spiritualmente e culturalmente. La musica deve dare un aiuto, regalando un momento di pace, raccoglimento e meditazione. La gente dovrebbe viaggiare di più, avere più coraggio e crescere, poiché la vera ricchezza non è data dallo status sociale ma dal bagaglio di esperienze."

Prevediamo un grande successo per il nuovo lavoro di Andrea Annecchini, un sincero sognatore che, attraverso le sue parole, ci sta regalando veri momenti di riflessione...

Stefania Castino