FRANCIS SALINA: L’ INTERVISTA

22.09.2018

Mi trovo qui con Francis Salina, cantante originario dell'Abruzzo ma che oramai è conosciuto in tutta Italia, grazie al successo di "That's Amore", brano composto nel 1952, candidatasi anche agli Oscar come miglior canzone originale e inserita in numerose pellicole come colonna sonora, e che Francis ha riportato in auge negli ultimi mesi facendola diventare a tutti gli effetti una hit radiofonica. Da questa ottima partenza, Salina non si è più fermato...tuttavia sono riuscita a porgli qualche domanda riguardo il prossimo programma dell'artista abruzzese che lo vedrà immerso in un progetto di carattere mondiale!!!

Benvenuto,

Mi parli dunque di questa sua nuova avventura che presto avrà inizio, la messa in onda di alcune sue reintepretazioni dei grandi classici in un circuito radio internazionale....

Si è un onore per me, avere questa possibilità di presentare in emittenti anche estere più di un brano del mio repertorio...ossia quello delle mie personali versioni dei classici della musica internazionale. Data la portata del progetto, vorrei iniziare con un brano importante, vorrei proporre "That's Amore" in quei paesi dove non è ancora conosciuta; inoltre, dal momento che alcune stazioni radio trasmettono anche nei paesi latini, l'idea sarebbe anche quella di presentare un brano in lingua spagnola, ad esempio "LA CUMPARSITA", un tango argentino famoso in tutto il mondo , divenuto celebre in Italia e non solo, grazie a Julio Iglesias.

Vista la possibilità di partecipare a tale progetto mondiale con più brani che saranno quindi trasmessi su diverse emittenti in Italia ma anche all'estero, qual è la canzone per cui propende la scelta di iniziare la messa in onda radiofonica?

Qualsiasi brano porterò la mia idea è quella, soprattutto ora data la responsabilità di portare il mio nome e quello dell'Italia in altri paesi, di fare la differenza: cantare un brano, la cui interpretazione sia capace di risaltare, di mettersi in evidenza per la sua particolarità.

La mia scelta è caduta su "Fellings", un brano interpretato da Albert Morris e che nel 1975 ha venduto 150 milioni di copie, e che poi è stato ripreso da molti altri come Frank Sinatra, Julio iglesias...tutti grandi interpreti; proprio per questo, mi sono convinto di rivedere la registrazione del brano che ho da poco effettuato in studio; qualcosa non mi convince e, dato il contesto internazionale, vorrei davvero poter esprimermi al meglio. Alla fine ci si confronta con artisti di fama mondiale e immortali ed è dunque naturale essere precisi in ogni singolo tratto del brano, anche nelle più piccole sottigliezze e, sono sicuro, che ora manca quel qualcosa che appunto, fa la differenza...

Le chiedo quindi, come mai la scelta di "Feelings", il quale oltre ad essere impegnativo dal punto di vista esecutivo, possiede un testo di grande impatto emotivo, volto a valorizzare l'Amore nella sue essenza, ma soprattutto nella sua purezza...

Ho scelto "Feelings" prima di tutto perché si tratta di un brano che negli ultimi 30 anni non è stato più ripreso, proprio per difficoltà e inoltre soprattutto perché si tratta di un brano che rievoca il sentimento dell'amore, quella fase iniziale, quella più travolgente, quando ognuno mette in mostra il meglio di sé; La fase in cui i sentimenti sono al massimo della loro espressione. Le storie, è vero finiscono, ma all'inizio, ognuno mette in primo piano i sentimenti e la canzone, lo dice proprio il titolo, parla appunto di questi, di come i sentimenti che non si contaminano con la componente corporea, della sessualità, restino poi dentro di noi. Oggigiorno invece tutto questo non viene quasi nemmeno più annoverato: le persone si limitano spesso soltanto al sesso, degradando i sentimenti puri. Mi piace interpretare "Feelings" perché è un brano che parla di sentimenti puri, che rimangono tali: nel pensiero, nello sguardo, nel ricordo...

La purezza dei sentimenti espressi in "Feelings", conferiscono quindi al brano un carattere e un valore che potremmo definire "morale"...

Infatti per questo ritengo importante riproporre questo brano e riproporlo proprio oggi, i quanto si tratta di un modo per parlare di qualcosa, come il sentimento che, anche se non scomparso è di gran lunga diminuito, snaturato dall'atto sessuale che fa basare le storie di oggi sull'ipocrisia.

Quindi, in tutto e per tutto, "FEELINGS" è un brano di grande impatto morale; da artista indipendente mi propongo di emergere, di fare la differenza, dunque le canzonette non le faccio a prescindere e sono consapevole dell'attuale crisi del mercato discografico. Sono al contempo soddisfatto di quanto senza bisogno della tv, riesco a trasmettere la mia passione per il canto, per la musica, per brani che permettono di far emozionare la gente che ascolta, in quanto quei brani hanno testi che fanno riflettere; non hanno niente a che vedere con le canzoni d oggi, dove la più parte contengono parole povere di partecipazione, che non vengono sviluppate a sufficienza e io, credo fermamente invece che la gente necessita oltre che di musica, anche di testi di un certo livello. Parole che non vengono scelte secondo un certo criterio diventano inutili, abituano la gente a non pensare, a non approfondire le situazioni.

Sonia Bellin