L NUOVO SINGOLO DELLE VERTIGINI ACUSTICHE!!!!

27.02.2019

Si intitola "CANE PARTICOLARE" e si tratta dell'ultimo singolo delle VERTIGINI ACUSTICHE, duo musicale che riunisce due ragazzi, Antonio Riccioluti e Ramona Leoni, i quali, dopo aver esordito nel 2016, suonando nei locali di Roma e provincia,nel 2017 nascono i primi brani originali e decidono di partecipare alla famosa rassegna che fa riferimento al più grande Festival della musica italiana, ossia Area Sanremo, arrivando alle semifinali. Quasi un anno fa, ad aprile 2018 ,pubblicano il loro primo Ep "Essenzialità D(')istanti" contenente primi cinque brani da loro scritti e arrangiati. Dopo il primo singolo estratto "Condannata/Rinata", ecco che il duo ritorna con "CANE PARTICOLARE" che in queste settimane fa la sua comparsa in radio; nel brano la voce di Ramona è limpida, pulita...come acqua fresca, essa sgorga da una sorgente che si mescola ai suoni della natura, restando rarefatta. Lo sciabordare di ogni frase si lega alla successiva, provocando nell'ascoltatore quell'attesa che il brano stesso cui vuole raccontare. E la natura non è evocata soltanto dal timbro di Ramona e dal suo sussurrare, la natura rappresenta qui il senso del tempo e del saper aspettare: "La foglia aspetta l'autunno per lasciarsi cadere, la neve l'inverno per sognare, un fiore la primavera per rifiorire, il sole l'estate per riprovare ad amare".

Assemblando in unica frase, tutte e 4 le stagioni, le Vertigine Acustiche non tralasciano nemmeno una fase del ciclo naturale della vita che rivive in un solo frammento del brano. Se la natura- dalla foglia caduca che poi ci ritroviamo a calpestare, al sole che alimenta la vita sul nostro pianeta- se tutto questo non ha mai smesso di sentire lo scorrere del tempo, vivendolo istante per istante, perché l'essere umano-colui che in questa natura è immerso- non apprezza più la singolarità di questi istanti? Ecco come il titolo del loro EP d'esordio "ESSENZIALITA' D(') ISTANTI", ponga questo tema in rilievo, ricollegandolo poi in questo brano, che trae ispirazione dal libro "Questa Storia " di Alessandro Baricco.

Tra le vicissitudini quotidiane, le ansie, le inquietudini...ci dimentichiamo di rispondere ad una domanda esistenziale: "Cosa significa amare?" Ecco che la risposta, si riallaccia al senso del tempo con un vena poetica che ha dell'incredibile: "Amare ha a che vedere con il saper aspettare" ... e allora chi meglio di un cane può comprendere "l'attesa"?!

Un cane particolare appunto, che si prende la briga di aprire gli occhi al suo padrone, svegliandolo da un sonno profondo dove i sentimenti sono ormai interscambiabili perché svuotati di significato, "parlate dei sentimenti, ma che sapete voi dell'amore... Amare a che vedere con il saper aspettare, volete sapere se qualcuno ti ama veramente? Se è in grado di aspettarti, ti ama...."

Sonia Bellin